I NOSTRI SERVIZI

Factoring

Individuiamo le migliori strategie operative e le soluzioni di factoring più idonee in base alle diverse necessità.

Il Factoring è un contratto speciale attraverso cui un’azienda cede i crediti futuri e correnti a una società di factoring per ottenere subito liquidità e una serie di servizi correlati ai crediti ceduti, ossia la loro gestione e amministrazione, il loro incasso e anticipazione prima della loro scadenza.

Questo strumento finanziario viene utilizzato quando l’azienda cedente presenta un disavanzo tra i pagamenti che deve ricevere dai propri clienti e quelli che deve fare nei confronti dei propri fornitori. Questo disavanzo ha spesso natura commerciale ed è motivato dalla maggiore forza contrattuale del cliente nei confronti dell’utilizzatore del factoring.

Le soluzioni

La cessione pro soluto nasce allo scopo di garantire, all’azienda titolare di un credito (Cedente), l’incasso immediato dello stesso, anticipando i normali tempi di recupero e favorendo i flussi di cassa.

La cessione del credito, scaduto o in scadenza, derivante da forniture commerciali, avviene a titolo definitivo, in conformità con i principi contabili internazionali.

Per le cessioni verso la Pubblica Amministrazione è necessario che il Cedente sia in regola con i pagamenti verso l’erario e gli istituti di previdenza.

È un finanziamento di crediti esistenti, scaduti e non, vantati da una azienda (Cedente) prevalentemente verso un ente della Pubblica Amministrazione (debitore ceduto).

Tale prodotto è regolamentato dalla Legge n. 52 del 1991 sul Factoring.

I crediti cedibili, scaduti o in scadenza, derivano da forniture commerciali; è essenziale che non sia presente alcun divieto di cessione.

Per le cessioni verso la Pubblica Amministrazione è necessario che il Cedente sia in regola con i pagamenti verso l’erario e gli istituti di previdenza.

Consente di gestire i crediti fiscali attraverso i servizi di factoring pro soluto e pro solvendo.

La cessione dei crediti IVA da dichiarazione trimestrale e/o annuale è formalizzata mediante un atto notarile e notificata all’Agenzia delle Entrate competente.

Per incassare il credito dall’Agenzia delle Entrate prima del periodo di accertamento (di norma cinque anni) è spesso necessaria una garanzia bancaria e/o assicurativa in favore dell’Azienda e a favore dell’Agenzia delle Entrate di competenza.

La garanzia dovrà essere emessa a cura e a spese dell’azienda cedente.

La cessione del credito con la formula Maturity prevede il pagamento del corrispettivo all’azienda cedente a una data prefissata di comune accordo (c.d. data di accredito maturity).

Di norma il corrispettivo dei crediti ceduti accreditato all’azienda alla scadenza originaria, salva la possibilità di ottenere un pagamento anticipato. Al debitore ceduto viene concessa una dilazione di pagamento a titolo oneroso a partire dalla scadenza originaria sino a una data concordata con la Banca.

Il Maturity Factoring può essere sia in pro soluto (il rischio di insolvenza dei Debitori è interamente a carico della Banca) che in pro solvendo (il rischio di insolvenza dei Debitori è a carico dell’azienda cedente).

Affinché il credito sia pagato dalla Banca è necessario che sia riconosciuto come certo, liquido ed esigibile dal debitore ceduto.